Estratti delle Dolomiti

La flora alpina vanta una ricchezza e una varietà di colori sorprendenti, se si pensa alle condizioni climatiche estreme in cui vive.

Tra le valli e le vette alpine, la vegetazione cambia continuamente: dai terreni coltivati si passa alle foreste di latifoglie e poi di conifere. Ancora più su ci si addentra tra arbusti, cespugli e larici. Oltre i 2.200 metri di altitudine si incontrano brughiere di arbusti nani, praterie alpine e la vegetazione tipica delle sorgenti e dei terreni che rimangono innevati a lungo. La fascia tra i 2.800 e i 3.000 metri è il regno delle piante altamente specializzate, che si sono evolute per adattarsi a questo specifico habitat.

Nel nostro giardino officinale di 680mq sperimentiamo su terreno biologico certificato una varietà di 20 specie botaniche che racchiudono le virtù eccellenti della terra dolomitica.

Un team di esperti botanici cura e protegge quotidianamente questo giardino; un laboratorio specializzato sperimenta le potenzialità delle piante, le raccoglie e le trasforma in estratti puri e concentrati protagonisti nei nostri prodotti.

Rododendro

Splendido esemplare di flora montana, cresce sui suoli calcareo-dolomitici dai primi rilevi montani al limite delle nevi perenni.
Le sue rigogliose foglie vantano un notevole potere antiossidante che limita la produzione di radicali liberi, responsabili della perdita di luminosità e compattezza della pelle.

Cristalli di Dolomite

La roccia dolomitica è unica al mondo per la sua esclusiva composizione chimica di carbonato doppio di calcio e magnesio. Ricca di minerali, conserva la memoria di un lunghissimo passato e i fossili d’ambra più antichi al mondo. Grazie a meticolose lavorazioni ne abbiamo ricavato una forma micronizzata e purificata che impieghiamo in alcuni cosmetici resi unici da questo speciale ingrediente.

Narciso a fiori raggiati

Molto diffuso nelle praterie prealpine, dove germoglia spontaneamente, questo raffinato fiore custodisce nei suoi bianchi petali un succo dall’elevato potere idratante.

Scutellaria

Capace di emergere dai ghiaioni e ravvivare la roccia con il suo colore purpureo, questo fiore è padrone dei territori alpini d’alta quota. Vanta considerevoli virtù anti-radicaliche e, come dimostrano test cosmetologici in vitro, un’azione “happy skin” che regala alla pelle energia e luminosità.